25
Ago

Pizza farcita al pesto

Un’alternativa originale e saporita alla classica pizza margherita: la pizza al pesto.
In Liguria non è raro trovarla nei menù dei ristoranti locali, tuttavia si tratta di una ricetta semplice, che si può realizzare persino a casa.
L’ingrediente principe di questa pizza, ovvero il pesto, si può preparare in precedenza oppure si può impiegare quello già pronto, meglio ancora se genovese DOC.

Ingredienti

Per l’impasto
– Farina tipo 0: 500 g
– Lievito di birra: 30 g
– Acqua: 300 ml
– Olio evo: 20 g
– Sale: 10 g
– Zucchero: 10 g

Per il pesto
– Basilico: 50 g
– Aglio: 1 spicchio
– Sale: un pizzico
– Pinoli: 20 g
– Formaggio tipo “Parmigiano” grattugiato: 70 g
– Formaggio tipo “Pecorino” grattugiato: 30 g
– Olio evo: 100 ml

Per il condimento
– Mozzarella: 200 g
– Pomodorini tipo “ciliegino”: 300 g (opzionale)
– Pesto: 200 g

Dosi per: 4 persone
Tempo di preparazione: 3 ore e mezzo
Tempo di cottura: 30 minuti
Difficoltà: Facile

Preparazione

– Si parte dalla preparazione della base: in una ciotola si fa sciogliere il lievito di birra con lo zucchero e un po’ di acqua tiepida. Si aggiungono quindi due cucchiai di farina e si mescolano gli ingredienti sino ad avere una pastella dalla consistenza densa, che verrà lasciata a lievitare per circa mezz’ora.
– Disporre il resto della farina a fontana, su una spianatoia, ed aggiungere quindi la pastella lievitata, il resto dell’acqua, il sale e l’olio. Impastare il tutto sino a quando non si otterrà un impasto liscio, elastico e poco appiccicoso. Si forma una palla compatta e la si fa riposare per 2 ore circa, in un luogo tiepido.
– Mentre l’impasto lievita si può preparare il pesto. Si lavano accuratamente le foglie di basilico e poi si asciugano con della carta assorbente, senza stropicciarle. Si trita finemente lo spicchio dell’aglio e lo si versa in una ciotola, quindi si aggiungono le foglie di basilico, i due tipi di formaggio grattugiato, i pinoli, il sale e si frulla il tutto con un frullatore ad immersione, aggiungendo l’olio a filo ed incorporandolo mano a mano. La consistenza del pesto non deve risultare troppo liquida.
– Trascorso il tempo di lievitazione, si distende l’impasto con un mattarello su una placca da forno rivestita con della carta oleata, sino a darle lo spessore desiderato. Si lascia quindi lievitare la base per altri 30 minuti, coprendola con un canovaccio.
– Da parte, si taglia la mozzarella a fettine.
– Passata la mezz’ora, si spennella con un pochino d’olio la base della pizza e poi si cosparge col pesto. Si aggiunge infine la mozzarella. Si può arricchire la pizza aggiungendo dei pomodorini tipo “ciliegino” tagliati a metà.
– Si inforna il tutto e si fa cuocere a 180° per circa mezz’ora: quando la mozzarella si sarà squagliata ed i bordi saranno dorati la pizza potrà essere sfornata. Buon appetito!
Vino in abbinamento:
Il vino da accompagnare alla pizza al pesto deve essere profumato e saporito, proprio come la salsa genovese, ma al contempo delicato, leggero e non troppo aggressivo. Perfetto in questo caso il Pigato della Riviera Ligure di Ponente, oppure il Vermentino di Gallura. Entrambi hanno un profumo intenso e fruttato, dal gusto secco e discretamente acido che rinfresca il palato e “lava via” l’untuosità del pesto.

La Ricetta in breve
recipe image
Titolo
Pizza farcita al pesto
Pubblicato il
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Tempo Totale
Media Voti
3.51star1star1star1stargray Based on 3 Review(s)

Lascia un commento